Europa sotto la parità in attesa del G20, spread stabile in area 290

Europa sotto la parità in attesa del G20, spread stabile in area 290

Borse europee sotto la parità, dopo che ieri sera i verbali dell'ultima riunione della Federal Reserve hanno confermato un approccio più prudente da parte dell'istituto centrale Usa sul previsto rialzo dei tassi di interesse e in attesa di notizie dal G20 che si riunisce oggi e domani a Buenos Aires con al cnentro .

Il FTSE MIB di Piazza Affari si allinea alla generale cautela anche in scia alla revisione al ribasso del dato sul Pil italiano nel terzo trimestre. Tra i titoli milanesi a maggiore capitalizzazione, guadagnano terreno Pirelli & CSaipem e Cnh Industrial, mentre scivolano BremboStmicroelectronics Unipolsai.

Istat: Pil italiano in calo nel terzo trimestre dopo 14 rialzi consecutivi
Sul fronte macroeconomico, questa mattina l'Istat ha rivisto al ribasso la valutazione preliminare del Pil del terzo trimestre e indicato una diminuzione congiunturale dello 0,1% rispetto alla variazione nulla della stima precedente. 
Si tratta del primo calo dell'attività economica dopo un periodo di espansione protrattosi per 14 trimestri. L'istituto di statistica ha inoltre annunciato che l'indice dei prezzi al consumo è sceso dello 0,1% su base mensile in novembre, con un incremento dell'1,7% su base annua. L'inflazione ha quindi registrato una lieve accelerazione dall'1,6% del mese precedente. Il tasso di disoccupazione giovanile, infine, è salito in ottobre rispetto a settembre di 0,1 punti, arrivando al 32,5 per cento.

Banche deboli, Banco Bpm giù dopo mini rinvio su Npl
Deboli le banche e in particolare Banco Bpm, all'indomani del cda che ha sancito un mini rinvio sulla prevista maxi cessione di circa 8 miliardi di Npl. L'istituto è infatti in attesa di nuove offerte migliorative da parte delle cordate in gara e punta a chiudere l'operazione entro le prossime due settimane. L'operazione è
comunque definita «in dirittura d'arrivo» da alcune fonti finanziarie. Appare invece imminente l'accordo con il Credit Agricole sul riassetto del credito al consumo, che prevede la vendita di ProFamily (100% Banco Bpm) ad Agos Ducato (61% Agricole e 39% Banco) e la firma di un nuovo accordo commerciale di distribuzione. Dossier che è propedeutico alla vendita dei crediti deteriorati, dato che l'incasso dell'operazione consentirà di bilanciare l'impatto patrimoniale negativo legato alla cessione degli Npl.

Pirelli premiata dal buy di Hsbc, a Parigi male Faurecia
Quanto a Pirelli, le quotazioni della Bicocca beneficiano del giudizio degli analisti di Hsbc, che in un report sul comparto europei degli pneumatici e della componentistica hanno alzato la raccomandazione sul titolo a "buy" dal precedente "hold", sottolineando che i dati del terzo trimestre «hanno dimostrato che la strategia premium sta funzionando e la visibilità sulla crescita di volumi degli pneumatici più grandi di 18 pollici e sull'associato miglioramento del mix è molto alta». La capacità della società di registrare risparmi sostenibili, aggiungono gli esperti, «mette in luce una gestione solida e flessibile, che ci rende più fiduciosi anche sui risultati 2019 e 2020». Quanto ai concorrenti di Pirelli, gli analisti hanno confermato il "buy" su Michelin (-1,11% a Parigi) e Schaeffler (-2% a Francoforte). Taglio di rating a "reduce" da "hold", invece, per Faurecia, che a Parigi cade del 6,6%.

Euro in lieve ribasso, poco mosso il petrolio
Sul mercato dei cambi, euro in lieve ribasso a 1,1366 dollari da 1,1393 ieri in chiusura. La moneta unica vale anche 129,04 yen (129,29), mentre il rapporto dollaro/yen e' a 113,52 (113,48). In netto calo il prezzo del petrolio: il future gennaio sul Wti segna -1,81% a 50,52 dollari al barile, mentre l'analoga consegna sul Brent si attesta a 58,68 dollari (-1,39%).

Spread BTp-Bund poco mosso attorno a quota 290
Sul fronte dell'obbligazionario, avvio poco mosso per lo spread tra BTp e Bund, che si muove sui valori della vigilia, sotto quota 290 punti. Il differenziale di rendimento tra il decennale benchmark italiano e il pari scadenza tedesco è stato indicato in avvio a 287 punti base dai 288 del finale di chiusura di ieri, per poi risalire a 291 punti base. Il rendimento del BTp decennale benchmark è al 3,22% dal 3,20% del closing ieri.

Nikkei ancora positivo (+0,4%), attesa per G20 e incontro Trump-Xi 
Ancora una seduta positiva, la sesta consecutiva, per la Borsa di Tokyo in un mercato attendista in vista della riunione del G20 a Buenos Aires e soprattutto del vertice tra il presidente Usa Donald Trump e quello cinese Xi Jinping, a margine del summit. Al termine degli scambi l'indice Nikkei dei titoli guida ha guadagnato lo 0,40% (+88,46 punti) terminando a 22.351,06 punti e il più ampio indice Topix ha registrato un progresso dello 0,48% a 1.667,45 punti.

www.prensa.cancilleria.gob.ar es un sitio web oficial del Gobierno Argentino