Bolivia  ●  Chile  ●  Evo Morales  ●  Islas Malvinas  ●  Mercosur  ●  Mercosur-UE  ●  Venezuela

Sissi Bellomo

20/09/2018
Economía Il sole 24 hore - Italia Economía Internacional Sissi Bellomo

Blockchain alla conquista delle materie prime, col sostegno di banche e compagnie petrolifere

Dopo una serie di esperimenti di successo, la blockchain parte alla conquista dei mercati delle materie prime
03/04/2018
Economía Il sole 24 hore - Italia Recursos Naturales Sissi Bellomo

La corsa cinese al litio e al cobalto per dominare il ciclo delle batterie

Dall’oro nero all’oro bianco, ossia il litio. Quando l’auto elettrica diventerà un fenomeno di massa il petrolio imboccherà il viale del tramonto, ma altre materie prime rischiano di diventare fonte di preoccupazione: sono i cosiddetti «metalli da batterie», il litio per l’appunto e ancora di più il cobalto, che potrebbero diventare sempre più difficili e costosi da procurare.
27/02/2018
Argentina Il sole 24 hore - Italia Agronegocios Sissi Bellomo

Più petrolio, meno soia. Usa al tramonto come potenza agricola

La supremazia nel mais per ora resiste, ma il dipartimento dell’Agricoltura (Usda) avverte che la quota americana sul mercato globale è insidiata dai produttori latinoamericani (non solo il Brasile, ma anche l’Argentina)  e dall’Ucraina, al punto che nel giro di dieci anni rischia di scendere sotto il 30%. Ora è già scesa sotto il 40%, dal 70% di trent’anni fa.
23/11/2017
Economía Il sole 24 hore - Italia Energía Sissi Bellomo

L’Opec cerca nuovi alleati per i tagli di produzione

L'Opec potrebbe avere un asso nella manica per stupire positivamente il mercato: allargare ad altri Paesi la coalizione che sta tagliando la produzione di petrolio. Il gruppo avrebbe invitato altri venti Paesi, secondo fonti Bloomberg. E alcuni hanno accettato di partecipare al vertice del 30 novembre, anche se non è chiaro con quali intenzioni.
28/07/2017
Argentina Il sole 24 hore - Italia Energía Sissi Bellomo

In Europa Big Oil impara a convivere col barile a 50 dollari

Più aggressivo l’approccio della francese Total, che non è ancora sazia dopo aver avviato nei mesi scorsi investimenti importanti (come Vaca Muerta, promettente area di shale in Argentina) e firmato l’accordo con l’Iran per lo sviluppo del giacimento South Pars. Con utili trimestrali netti a 2,47 miliardi di dollari (+14%) e flussi di cassa in aumento di un terzo a 5,3 miliardi, il ceo Patrick Pouyanné assicura che il bilancio è abbastanza robusto da consentirgli di «trarre vantaggio dai prezzi bassi per lanciare progetti redditizi e acquistare risorse a condizioni attraenti».
www.prensa.cancilleria.gob.ar es un sitio web oficial del Gobierno Argentino