ANCHE A BUENOS AIRES UNA TOCCANTE CERIMONIA NEL GIORNO DELL’UNITÀ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE ITALIANE

ANCHE A BUENOS AIRES UNA TOCCANTE CERIMONIA NEL GIORNO DELL’UNITÀ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE ITALIANE

“Toccante manifestazione in Piazza San Martin, con la quale le autorità diplomatiche italiane e la comunità italiana in Argentina hanno ricordato la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate Italiane, quest’anno in coincidenza con il centenario della fine della Grande Guerra. La cerimonia è stata organizzata dall’Addetto alla Difesa dell’Ambasciata d’Italia, Col. Elio Babbo, presente l’Ambasciatore d’Italia in Argentina, Giuseppe Manzo, e il Vice ministro alle Relazioni Estere del governo argentino, Daniel Raimondi.

“Toccante manifestazione in Piazza San Martin, con la quale le autorità diplomatiche italiane e la comunità italiana in Argentina hanno ricordato la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate Italiane, quest’anno in coincidenza con il centenario della fine della Grande Guerra. La cerimonia è stata organizzata dall’Addetto alla Difesa dell’Ambasciata d’Italia, Col. Elio Babbo, presente l’Ambasciatore d’Italia in Argentina, Giuseppe Manzo, e il Vice ministro alle Relazioni Estere del governo argentino, Daniel Raimondi. Presenza tutta particolare inoltre dei vicepresidenti dei due rami del Parlamento italiano, giunti a Buenos Aires per partecipare alla riunione dei parlamentari del G-20. Si tratta di Ignazio La Russa, vicepresidente del Senato e dei Maria Carfagna, vicepresidente della Camera”. Il resoconto della celebrazione è pubblicato nel nuovo numero della “Tribuna italiana”, quindicinale che Marco Basti dirige a Buenos Aires.

“Dopo il saluto e le parole del col. Babbo, che ha ricordato il significato della storica data e reso omaggio a tutti i Caduti, ricordando che anche oggi tanti militari italiani sono impegnati in più teatri del mondo per mantenere la pace, hanno rivolto i loro saluti il sen. La Russa e l’on. Carfagna. Il primo ha ricordato e sottolineato gli storici vincolo tra l’Italia e l’Argentina e, riconoscendo le attuali difficoltà che attraversa questo Paese, ha detto che l’Italia deve sostenere l’Argentina per tutto quanto questo Paese ha fatto per gli italiani.

Anche l’on. Carfagna ha parlato dei tradizionali rapporti tra i due Paesi, e poi ha reso omaggio alle Forze Armate italiane. Alla cerimonia, hanno preso parte il Console d’Italia a Buenos Aires, Gianluca Guerriero e i presidenti dell’Associazione Ex Combattenti, dott. Manfredo Cordero di Montezemolo, e della Mutualità Italiana Reduci, Teresa Meliga; la prima vicepresidente di FEDITALIA, Florencia Caretti; il presidente del Comites di Buenos Aires e di FEDIBA, Dario Signorini e il presidente di FACIA, José Laurino.

Istituzioni tutte che hanno aderito alla manifestazione. Inoltre i cori dei Gruppi degli Alpini di La Plata e di Buenos Aires e alunni delle scuole italiane Cristoforo Colombo e Alessandro Manzoni, i quali con brevi interventi hanno parlato della storica data e condannato la guerra. Presenti anche numerosi ufficiali di altri paesi, addetti per la difesa delle rispettive ambasciate e alti 7 ufficiali dell’Esercito Argentino. La cerimonia, condotta da Cristina Borruto, è iniziata con gli inni nazionali dell’Argentina e dell’Italia, eseguiti alla Banda del Reggimento di Granaderos del Gen. San Martín e accompagnata col canto dagli Alpini e dal pubblico che in buon numero si è fatto presente, tra gente della collettività, persone di passaggio nelle zone vicine e turisti che girano quella zona del centro di Buenos Aires.

Momento molto toccante il silenzio, per la deposizione di corone ai piedi del monumento al Padre della Patria dell’Argentina. Per chiudere, i canti delle Penne nere e la distribuzione di piccoli tricolori tra i bambini, da parte dei Carabinieri in servizio presso le sedi diplomatiche italiane a Buenos Aires.

Cerimonia alla Reduci

Domenica pomeriggio c’è stata una cerimonia, organizzata dalla Mutualità Italiana Ex combattenti e Reduci, l’antico sodalizio fondato nel 1927 per dare continuità all’opera di sostegno ai Reduci e alle famiglie dei Caduti (dando seguito all’opera del Comitato che era stato costituito agli inizi della guerra nel 1915) e inoltre per conservarne la memoria. Dopo la celebrazione di una Messa in memoria del Caduti di tutte le guerre, ci sono stati discorsi allusivi alla storica data e reso omaggio ai Caduti, davanti al Sacrario del Masso del Grappa, che viene esposto nella sala principale della Reduci, con tanti cimeli e decorazioni e la grande targa con i nomi dei soldati che dall’Argentina partirono per andare a combattere per l’Unità e che non ritornarono più, donando la vita sui campi di battaglia. Alla cerimonia, durante la quale Teresita Meliga, presidente del sodalizio, ha fatto gli onori di casa, hanno preso parte autorità diplomatiche italiane, l’addetto per la Difesa Col. Elio Babbo e dirigenti della comunità italiana. Altre cerimonie si sono svolte in altre città, come a Mar del Plata, dove si è tenuto il tradizionale omaggio davanti al monumento ai Caduti di Terra, Mare e Aria, che si trova nella zona di La Perla, davanti al mare.

Delegazione parlamentare italiana al p-20

Nel quadro delle riunioni organizzate dall’Argentina, come paese ospitante delle riunioni del G-20, una delegazione di parlamentari italiani è venuta a Buenos Aires per partecipare a Parlamento - 20, che ha visto riuniti rappresentanti dei Parlamenti dei paesi del gruppo.

Dall’Italia sono arrivati il sen. Ignazio La Russa, vicepresidente del Senato; Maria Carfagna, vicepresidente della Camera e PierFerdinando Casini, presidente dell’Interparlamentare italiana, organismo bicamerale che aderisce all’organizzazione mondiale dei Parlamenti (UIP).

Al di fuori delle attività previste dal P-20, i tre parlamentari italiani, accompagnati dall’ambasciatore d’Italia Giuseppe Manzo, hanno incontrato la Vice Presidente dell’Argentina e presidente del Senato, Gabriela Micheti e hanno avuto una riunione con i gruppi parlamentari di amicizia Argentina-Italia del Senato e della Camera dei Deputati argentine, senatrice Norma Haydèe Durango e deputato Fernando Iglesias rispettivamente”. (aise)

 

www.prensa.cancilleria.gob.ar es un sitio web oficial del Gobierno Argentino